corog.it

G / GENOVA – la trasferta con Sibi Consoni per Legature

Nell’ultimo fine settimana di settembre saremo a Genova ospiti del Sibi Consoni – la formazione giovanile dell’Accademia Vocale di Genova – per concludere il secondo anno di Legature, la rassegna corale ideata nel 2016 con lo scopo di avvicinare le diverse realtà corali nazionali e internazionali con l’esperienza dell’Associazione Coro G di Torino.

Le esperienze musicali e personali già vissute a Torino nell’aprile di quest’anno si arricchiranno durante la visita genovese per poi esser condivise con il pubblico durante il concerto di Sabato 30 settembre nel Salone di Rappresentanza di Palazzo Tursi alle ore 21. Ingresso libero.

Riportiamo di seguito un estratto del comunicato stampa riguardo il concerto di Sabato diffuso dall’Accademia Vocale di Genova.

I Sibi Consoni sono il coro giovanile a voci miste dell’Accademia Vocale di Genova, composto da ragazzi e ragazze tra i 18 e i 26 anni di età. Insieme alla direttrice, Roberta Paraninfo, rappresentano un’eccellenza della scena corale italiana, con numerosi premi all’attivo e la partecipazione a importanti concerti e rassegne.

A Palazzo Tursi eseguiranno tre pezzi legati dal tema del notturno rappresentato come momento di malinconia nostalgica e tormento amoroso nel madrigale Volgea l’anima mia di Claudio Monteverdi, di cui ricorre il 450esimo anniversario dalla nascita, e nel brano contemporaneo inedito di Bruno Bettinelli Ad una zanzara cantato in anteprima dal coro in occasione del concorso polifonico di Vittorio Veneto. Concluderà il viaggio attraverso le tenebre il messaggio di speranza e di luce degli ultimi versi dell’Inferno della Divina Commedia musicati da Z. Randall Stroope nel brano We Beheld Once Again The Stars (“E quindi uscimmo a rivedere le stelle”).

Il Coro G eseguirà alcuni inni tratti dal Gloria Patri… di Urmas Sisask, ciclo di 24 brani appena eseguito integralmente per MITO SettembreMusica. A seguire alcuni pezzi della tradizione popolare o ad essa ispirata come lo spiritual Po’ Moner Got a Home, il brano tradizionale svedese Kristallen den fina e Aritz Adarrean della tradizione basca. A concludere il brano A çimma di De André-Fossati arrangiato per coro da Carlo Pavese.

Il concerto prevede anche l’esecuzione congiunta di Denn er hat seinen engeln befohlen di Mendelssohn e del Credo della “Missa Lorca” di Claudio Margutti.

Evento del concerto.

Dicci la tua